Nicosia

san_biagio_nicosia_completo_web

ORGANO DI SAN BIAGIO – NICOSIA
L’organo, costruito nel 1751 da anonimo probabilmente napoletano, presenta un’unica tastiera a finestra di 45 tasti (Do 1 – Do 5) con prima ottava corta, la pedaliera è anch’essa corta con otto pedali  (Do 1 – Si 1).
I registri sono comandati da 12 pomelli lignei disposti a destra della tastiera nel seguente modo:

Principale I

Principale II                    Flauto in Ottava

Ottava

Voce Umana                    Flauto in XII

Decimaquinta

Decimanona

Vigesimaseconda

Vigesimasesta

Vigesimanona

Ripieno

Vi sono pure i seguenti accessori: Tremolo, Uccelliera, Zampogna, Tamburro.

L’organo è stato restaurato dalla ditta Artigiana Organi di Francesco Oliveri con il contributo dell’Assessorato BBCC della Regione Siciliana.

icona_audio_organo
“Sonata in Do maggiore”
Domenico Cimarosa
icona_audio_organo
“Sonata in La maggiore”
Domenico Cimarosa
icona_audio_organo
“Inno del Regno delle Due Sicilie”
Giovanni Paisiello
icona_audio_organo
“Toccata”
Francesco Boerio
icona_audio_organo
“Toccata”
Donato Cimino